COMODINI E CONSOLLE DESIGN

Passarin 1967 è lieto di presentare dei comodini e consolle di design, due incredibili pezzi d’arredo commissionati da una nota designer milanese per un cliente che cerca un’elevato livello di sofisticazione. Questi mobili sono il risultato di una perfetta fusione tra il design all’avanguardia e la maestria artigianale che da sempre contraddistingue Passarin 1967.

Progettazione

I comodini design sono caratterizzati da una forma distintiva e audace, che li rende dei veri e propri protagonisti nella stanza. Realizzati con maestria artigianale, presentano una combinazione armoniosa di linee curve e materiali pregiati. Il loro basamento a mezzaluna e il cassetto lungo offrono un’organizzazione funzionale e uno stile senza tempo.


Produzione

La consolle d’ingresso, invece, cattura l’attenzione con la sua gamba in marmo bianco veronese. La finitura acidata applicata al marmo conferisce un aspetto unico, valorizzando la bellezza naturale della pietra. La consolle, realizzata in rovere rigatino, si distingue per il suo design elegante e raffinato, che si integra armoniosamente con qualsiasi ambiente circostante.


Risultato

Passarin 1967 ha lavorato in stretta collaborazione con la designer per garantire la perfezione di ogni elemento. Dalla selezione dei materiali di alta qualità al processo di produzione artigianale, ogni passo è stato attentamente pianificato per ottenere risultati straordinari. Il risultato finale sono dei pezzi di arredo che uniscono forma e funzionalità in modo esemplare.


Hai bisogno di ulteriori informazioni?

Siamo orgogliosi di aver soddisfatto appieno le aspettative del nostro cliente, offrendo soluzioni di arredamento esclusive e di alta qualità. Passarin 1967 è il partner ideale per chi cerca mobili su misura dal design straordinario. Se desiderate arricchire il vostro spazio con comodini e una consolle unici nel loro genere, contattateci oggi stesso. Saremo lieti di trasformare la vostra visione in realtà con eleganza e stile, portando la firma distintiva di Passarin 1967.